Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Pietrasanta - Barsanti e Matteucci Premio Internazionale "Barsanti e Matteucci" 29-10-2011

Premio Internazionale "Barsanti e Matteucci"

Data: 29 ottobre 2011
Comprensorio: Versilia
Pietrasanta
Tetaro Comunale Piazza del Duomo

La XII edizione del Premio Internazionale Barsanti e Matteucci sarà assegnata  al noto designer italiano Giorgetto Giugiaro.
 La manifestazione, promossa dal Comune di Pietrasanta per celebrare il suo  illustre concittadino Padre Eugenio Barsanti, intende valorizzare quanti, in  Italia e nel mondo, continuino l'opera di ricerca, sviluppo e valorizzazione  del motore, quanti lo abbiano reso famoso con le loro memorabili imprese  sportive o con i loro viaggi di esplorazione e scoperta intorno al mondo.



Sono stati premiati:
 nel 2000 Stefano Iacoponi, Presidente del Centro Ricerche Fiat
nel 2001 il motociclista Giacomo Agostini, pluricampione mondiale
nel 2002 il Direttore tecnico e della ricerca della Rolls-Royce Philip Charles Ruffles
nel 2003 l’astronauta Maurizio Cheli e Jessica Kate, ingegnere della NASA
nel 2004 il Direttore Motori della Ferrari Gestione Sportiva Paolo Martinelli
nel 2005 l’ingegnere aerospaziale Gunter Kappler
nel 2006 l’astrofisico Massimo Tarenghi, Direttore ALMA Project.
nel 2007 Pier Francesco Guarguaglini, presidente e amministratore delegato di Finmeccanica
nel 2008 Flavio Briatore in rappresentanza del Team Formula 1 Renault
nel 2009 Massimo Lucchesini, Direttore generale di Alenia Aermacchi
nel 2010 il Premio Nobel per la chimica Gerhard Ertl

 La cerimonia di premiazione si svolgerà sabato 29 ottobre al Teatro Comunale  di Pietrasanta alle ore 17,30.
 A Giorgetto Giugiaro sarà consegnato dal sindaco Domenico Lombardi e dal  Presidente del Premio Francesco Gaspa il trofeo del Premio, la medaglia di  bronzo del Presidente della Repubblica e la medaglia d'oro della Facoltà di  Ingegneria dell'Università di Pisa. Interverranno autorità politiche ed  istituzionali, i premiati delle scorse edizioni, numerosi ospiti del mondo  dell'imprenditoria e della ricerca scientifica.


 Giorgetto Giugiaro
Nasce a Garessio, un piccolo centro della provincia di  Cuneo, nel nord Italia, il 7 agosto del 1938.
 A 17 anni viene ammesso al Centro Stile Fiat in qualità di giovane designer e  inserito nell'Ufficio Studi Stilistici Vetture Speciali, sotto la guida di  Dante Giacosa che ne aveva scoperto il talento.
 Nel dicembre 1959, Nuccio Bertone lo vuole a responsabile del Centro Stile  della Carrozzeria Bertone. Nel 1965, Giugiaro passa alla Carrozzeria Ghia,  quale direttore del Centro Stile e del Reparto Prototipi. Il 13 febbraio del  1968, fonda la società indipendente Italdesign con l'Ingegner Aldo Mantovani,  suo partner tecnologico. La mission dell'attività era estremamente innovativa e  focalizzata sulla fornitura, alle aziende costruttrici di auto nel mondo, di  servizi di ingegnerizzazione e di creatività, oltre ai contributi necessari ai  programmi di avvio della produzione. Nei successivi quarant'anni di attività,  Giugiaro ha disegnato alcune dei più significativi modelli di serie della  storia dell'automobilismo, collaborando con le più prestigiose case  costruttrici di auto al mondo: l'Alfa Romeo Alfasud, la Volkswagen Golf, l'Audi  80, la BMW M1, la Lancia Delta, la Fiat Panda, la DMC De Lorean di Ritorno al  futuro, la Fiat Uno, la Daewoo Matiz , la Maserati 3200 GT, la Fiat Grande  Punto, la Lamborghini Gallardo, la Fiat Croma, l'Alfa Romeo Brera, per citarne  alcuni.

 Nella sua lunga carriera, Giugiaro è stato insignito di 6 lauree ad honorem.  Il 18 dicembre del 1999, a Las Vegas, una giuria di oltre 120 giornalisti di  tutto il mondo, lo ha eletto "Car Designer del Secolo".
 Sposato con Maria Teresa Serra, Giugiaro ha due figli: Fabrizio (1965), Vice  Presidente del Gruppo e Responsabile del Centro Stile di Italdesign-Giugiaro, e  Laura (1968) che lavora nel campo della comunicazione a Milano.
 "Con l'assegnazione del premio a Giorgetto Giugiaro - afferma il sindaco  Domenico Lombardi - si suggellano dodici anni di riconoscimenti, di scienza e  di tecnologia, di iniziative che hanno contribuito a diffondere la  rivoluzionaria invenzione del nostro padre scolopio. E' sufficiente scorrere  l'albo dei premiati per comprenderne l'importanza ed il crescente prestigio  internazionale".

Il Premio Internazionale Barsanti e Matteucci si svolge sotto l'Alto Patronato  del Presidente della Repubblica Italiana.
Notizie storiche

L'invenzione del motore a scoppio si deve alla fortunata collaborazione tra padre Eugenio Barsanti e l'ingegnere Felice Matteucci.
Eugenio Barsanti nacque a Pietrasanta il 12 Ottobre 1821, dove frequentò le scuole dei padri Scolopi. Continuò gli studi presso gli Scolopi a Firenze dove completò la sua formazione, che fu sia scientifica sia religiosa: fu ordinato sacerdote nel 1845. Il suo incontro con Matteucci risale al 1850, anno in cui quest'ultimo presentò un progetto per il prosciugamento del lago di Bientina alla commissione granducale di cui era membro padre Barsanti. Felice Matteucci, figlio del primo ministro del Principato Lucchese di Elisa Baciocchi, era nato a Lucca nel 1808 e aveva studiato al reale Collegio Borbonico a Parigi prima di tornare in Italia e dedicarsi all'ingegneria idraulica. Dal 1851 al 1864, anno della morte di Barsanti, i due collaborarono alla realizzazione di diversi tipi di motore a scoppio che, a partire dal prototipo del 1853, ottennero anche un discreto interesse commerciale. Nonostante già in precedenza l'idea di motori azionati grazie alla combustione di gas fosse già apparsa, gli studi e le realizzazioni di Barsanti e Matteucci sono il fondamento su cui si è costruita la storia, ormai più che secolare, del motore a scoppio come lo abbiamo conosciuto.
icona inizio pagina
Ente organizzatore/Struttura ospitante

Comune di Pietrasanta
icona inizio pagina
Contatti

Ufficio Stampa Comune di Pietrasanta
tel. 0584/795381; fax 0584/795588
e-mail: cultura@comune.pietrasanta.lu.it
icona inizio pagina
Come arrivare

in macchina: Autostrada A12 (casello Versilia), oppure SS. n.1 Aurelia
in treno: Stazione FS,linee da Massa, Lucca, Viareggio

mappa