Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca - conferenza scientifica unguska, il mistero di un'esplosione extraterrestre 17-12-2011

Sabato 17 Dicembre 2011, presso il salone di Villa Bottini, Via Elisa,  centro storico di Lucca, ore 17.00, ha avuto luogo la conferenza scientifica "Tunguska, il mistero di un'esplosione extraterrestre. Rapporto da spedizioni scientifiche al luogo della grande catastrofe siberiana del 1908". La conferenza è stata tenuta dal Dott. Romano Serra, del Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna, esperto del settore, avendo visitato per ben quattro volte il luogo dell'esplosione siberiana. Il pubblico ha potuto ammirare e toccare con mano legni carbonizzati dall'esplosione e campioni di meteoriti. L'evento è stato organizzato dall'Unione Astrofili Lucchesi in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Lucca -Ufficio Cultura.    

Dott. Romano Serra

Il Dott. Romano Serra è nato nel 1954 a S.Giovanni in Persiceto (BO) (www.museocieloeterra.org). Laureato in Astronomia ed in Fisica lavora presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna come assistente tecnico. Da anni si occupa di  problemi riguardanti fenomeni connessi con l'impatto di corpi extraterrestri. Ha pubblicato articoli scientifici e divulgativi  su riviste nazionali ed internazionali. Da alcuni anni l'asteroide n° 5302, scoperto dalla Crimea nel 1976,  è stato denominato “Romanoserra”.

I suoi viaggi sul luogo dell’evento Tunguska.




Il Dott. Romano Serra ha visitato il luogo della catastrofe, con diversi ricercatori, 4 volte, negli anni 1991, 1998, 1999 e 2002. Ha raccolto molto materiale ed informazioni. Sono stati già pubblicati diversi articoli su riviste specializzate anche se a tutt'oggi qualcosa di veramente definitivo non è stato dato alle stampe. Sono in corso ultime analisi e verifiche. Nel 2004 verranno pubblicati diversi articoli che condenseranno 10 anni di analisi e studi.

L'evento Tunguska - Una Breve sintesi -


Il 30 Giugno 1908 una gigantesca sfera bianco-azzurra di fuoco, che si dice sia apparsa più brillante del Sole, sfrecciò attraverso il cielo diurno sopra il fiume ghiaioso Tunguska, in Siberia. Poi il bolide di Tunguska esplose con una potenza equivalente a quella di una bomba nucleare. La devastante esplosione abbatté gli alberi come fiammiferi per decine di chilometri quadrati e il suo boato fu udito a migliaia di chilometri di distanza: attraverso i cieli di tutta l'Europa si diffuse per vari giorni un bagliore notturno, dovuto alle polveri diffuse; ma curiosamente non fu (e non è) stato trovato nessun cratere profondo nella zona dell'evento di Tunguska. Al centro della superficie devastata fu rinvenuto però un gruppo di alberi rimasti in piedi: evidentemente l'oggetto esploso non raggiunse mai il suolo ed esplose nell'atmosfera. Gli scienziati hanno fornito moltissime spiegazioni per l'esplosione di Tunguska, compreso l'incontro con un mini buco nero, o con dell'antimateria; la collisione con un asteroide o con un nucleo cometario sembra la teoria più plausibile.

mappa