Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca - IMMAGINE DEL SUONO 2012 THREE TIMES THEY ARE A-CHANGIN 30-06-2012 / 04-08-2012

Sabato 30 giugno sarà inaugurata nella cornice di Villa Bottini, a Lucca, la 4° edizione della rassegna l’IMMAGINE DEL SUONO // Three Times They Are a-Changin, che proseguendo nella formula vincente che ha sfruttato gli scorsi anni, racconta il crossover tra musica e arti visive.



La mostra è prodotta da Ono Arte e Art Lab e promossa dal Comune di Lucca.
Three Times They Are a-Changin', titolo ispirato al Direttore Artistico Alessandro Romanini da una canzone di Bob Dylan, presenta tre mostre legate al tema della trasformazione che dal 1962 al 1980 ha segnato in tre fasi successive un radicale cambiamento politico-culturale e di costume nella società occidentale. Si parte da Andy Warhol e dalla sua Factory, epicentro della vita creativa di New York dal 1962 al 1968, poi il 1969, anno di passaggio tra gli anni Sessanta, caratterizzati dal boom economico, e le nuove utopie proposte dalla sottocultura Hippy, per arrivare all’esplosione del Punk, il movimento che ha rivoluzionato il modo di produrre pensiero e arte all’insegna del “Do-It-Yourself”.
// ALL TOMORROW’S PARTIES. WARHOL, LA FACTORY, LOU REED E I VELVET UNDERGROUND
La mostra, che prende il titolo dal brano inserito dai Velvet Underground nel loro “disco con la banana” in copertina (prodotto proprio da Warhol), racconta il lato privato del personaggio Warhol e dei suoi legami, la dimensione più lontana, insomma, dai famosi “15 minuti di celebrità”, attraversoOttantacinque scatti che documentano il fervore creativo della Factory, vera fucina multidisciplinare, dove Warhol produceva dischi, dipinti, film, riviste, moda e stili di vita (...)
//1969. L’ANNO IN CUI TUTTO CAMBIO’
Ottanta rare fotografie d’autore documentano questo anno cruciale che segna il passaggio tra due decenni irripetibili, gli anni 50’ e 60’, caratterizzati dal boom economico, e gli anni Settanta: quelli del rock ‘n’roll, delle droghe, dell’amore libero, dell’antimilitarismo, della lotta per i diritti civili, dominati da Beat Generation e cultura Hippy. Un punto di svolta nel quale si incrociano la realizzazione dei sogni del decennio precedente e le profonde incrinature che sgretoleranno le utopie della “Peace and Love Generation”.
// PUNK. L’ULTIMA RIVOLUZIONE
La mostra si articola in sezioni che illustrano attraverso un centinaio di scatti, video e altri materiali (abiti punk, vinili, grafiche originali…) la scena musicale punk e le profonde trasformazioni socio-culturali avvenute tra il 1977 e il 1980. Tra i protagonisti della mostra: Bob Gruen, Berry Plummer, John Tiberi (vero e proprio alter ego dei Pistols e biografo del movimento), Elleen Polk, William English, Billy Childish, i video di Derek Jarman e materiali di Jamie Reid, il guru della grafica punk, che ha creato l’inconfondibile simbolo dei Sex Pistols e del Punk.
Sempre a Villa Bottini, saranno inoltre allestiti a completamento dell’indagine sul periodo una serie di video e documentari che propongono diversi focus su personalità che hanno segnato la storia del tempo.John Cage, che viene celebrato nel centenario della nascita, i Rolling Stones, Davide La Chapelle (al quale è dedicato un omaggio in collaborazione col LuC.C.A Museum for Contemporary ArtS che ne ospita una mostra fotografica).

Informazioni per la stampa - Alice Cammisuli | alicecammisuli(at)gmail(dot)com | 392 4531497

mappa