Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca - il Consiglio della Federazione Mondiale dei club Unesco 08-03-2013 / 13-03-2013



Tra arte, etica e musica, a Lucca il Consiglio della Federazione Mondiale dei club Unesco
Da sinistra: presidente Club Unesco Lucca Giorgio Tori, assessore Patrizia Favati, sindaco Alessandro Tambellini, Katia Ricciarelli, Alan Friedman, presidentessa Club Unesco Italia Marialuisa Stringa

La candidatura di Lucca a Città Creativa della Musica è quasi realtà. Saranno infatti quasi 250 i delegati UNESCO che si daranno appuntamento a Lucca dall’8 al 13 marzo per discutere sia del dossier attualmente al vaglio a Parigi, le cui sorti saranno sciolte tra l’estate e l’autunno prossimi, sia della proposta di istituire una Giornata Mondiale dell’Etica per l’11 marzo, ricorrenza del disastro nucleare di Fukushima del 2011.

Il programma della quattro giorni di eventi, concerti e convegni è stato presentato a Roma in una conferenza stampa cui hanno partecipato il sindaco Alessandro Tambellini, l’assessore Patrizia Favati, il presidente del Club Unesco di Lucca Giorgio Tori, la presidentessa della Federazione dei Club Unesco Italiani Marialuisa Stringa, il delegato del Mibac Gianni Bonazzi, il soprano Katia Ricciarelli e l’economista Alan Friedman.

Lucca, unica città italiana candidata al riconoscimento UNESCO, è stata scelta come sede del consiglio della Federazione Mondiale dei Club UNESCO durante il consiglio esecutivo di Città del Messico del 2012 “non solo per il contributo che ha dato al mondo attraverso i suoi musicisti, ma anche perché città d’arte che ha saputo conservare intatte le sue caratteristiche architettoniche e ambientali.”

“Cerco di lavorare intensamente per favorire il dialogo e combattere la litigiosità politica, situazione di cui Lucca non è altro che un esempio in mezzo a tanti altri” ha detto il sindaco Tambellini durante la conferenza stampa, riuscendo a strappare un applauso quando, parlando di etica e politica, ha evidenziato come sia necessario “lavorare insieme per combattere l’individualismo. Tutti dobbiamo concorrere alla creazione del futuro, collaborando e facendo si che il tutto valga più del singolo”.

“Lucca – ha proseguito – sarà il crocevia di tante professionalità e la designazione della nostra città è dovuta alle sue buone caratteristiche. Le nostre Mura non devono servire a chiudersi, ma devono aprirsi al mondo intero, diventando punto di riferimento per l’arte e la musica.”

In argomento UNESCO, però, torna alla ribalta anche il tema del riconoscimento di Lucca come Patrimonio Artistico dell’Umanità, interrottosi per mancanza di credenziali. “Stiamo per riaprire la parte Est della città, quella del convento di S.Francesco, recupereremo la parte Ovest e stiamo lavorando al restauro della chiesa di Santa Caterina. Riprenderemo sicuramente il discorso che collocherebbe Lucca all’interno di quel patrimonio da salvaguardare”.

Ma tra ospiti internazionali – oltre a Katia Ricciarelli che ha espressamente chiesto di esibirsi insieme agli studenti dell’Istituto Boccherini, si esibirà anche Andrea Bocelli -, oltre duecento delegati e molti eventi da organizzare, quanto costerà ospitare il WUFCA?

“Si stima una spesa tra i 120 e i 130 mila euro – chiarisce il sindaco – in larga parte coperta dai numerosi sponsor che hanno aderito all’iniziativa. Se il trend di adesioni prosegue a questo ritmo, è ipotizzabile che i fondi pubblici impegnati possano ridursi a meno della metà.”

La quattro giorni si aprirà venerdì 8 marzo con l’assemblea dei Club UNESCO per l’approvazione delle riforme statutarie e, la sera, il concerto “Le donne di Puccini” nell’Auditorium di San Romano organizzato da Puccini e la sua Lucca.

Sabato 9 marzo sarà Andrea Bocelli ad aprire i lavori dei consiglio esecutivo che termineranno con la lectio magitralis del prof. Giovanni Puglisi “Il linguaggio universale della musica e dell’arte per un’etica globale”. Interverranno l’Ambasciatore Nuderlin Satti, già ministro degli Affari Esteri del Sudan e ora Presidente del Fondo Economico della Cultura UNESCO a Parigi, Erik Falt, direttore generale Relazioni Internazionali UNESCO a Parigi, Bolat Akchulakov, viceministro del petrolio e del gas del Kazakistan, Andrea Bocelli e Carla Fracci. Alle 19 nell’Auditorium di San Romano, l’Istituto superiore di Studi musicali “Boccherini” di Lucca offrirà ai presenti l’esecuzione della "Sinfonia n. 9" di Ludwig Van Beethoven.

Domenica 10 marzo sarà dedicata agli workshop organizzati dagli enti del territorio riguardanti il rapporto dell’etica con il territorio, l’arte e la cultura, l’economia e la musica. Lunedì 11 marzo i delegati si sposteranno a Firenze, mentre martedì 12 marzo si chiuderanno definitivamente i lavori del consiglio esecutivo con la lettura della proposta finale per la Giornata Mondiale dell’Etica. La cerimonia di chiusura si svolgerà al Teatro del Giglio con la rappresentazione della “Foresta Incantata” di Francesco Saverio Geminiani e, forse, anche l’esibizione di Katia Ricciarelli. I concerti saranno ad ingresso libero e aperti alla cittadinanza fino ad esaurimento posti.

Il percorso degli eventi musicali per l’Executive Board Unesco è stato programmato partendo da Giacomo Puccini, che aprirà la rassegna degli eventi venerdì 8 marzo in San Romano, per concludersi il 12 sera, dopo la cena dei delegati a Palazzo Ducale, con un omaggio alla musica di autori lucchesi viventi. La serata sarà aperta da Gaetano Giani Luporini, il più rappresentativo dei compositori lucchesi viventi, con due brani per pianoforte "Per la Morte di una farfalla", "Jazzando" eseguiti dal pianista lucchese Fabrizio Datteri. Seguirà la lirica "La mente" (su testo di Mirella Maccari Armani) di Francesco Cipriano eseguita dal baritono Massimo Cavalletti, altro grande artista lucchese e recente Falstaff alla Scala di Milano, accompagnato al pianoforte da Fabrizio Datteri. Girolamo Deraco sarà presente con la prima assoluta de "Il Piccolo Scherzo" per rullante (Matteo Cammisa) e video (Lorenzo Vignando) mentre Saverio Rapezzi presenterà la Sonata per flauto e chitarra con lo stesso autore alla chitarra e Giulia Matteucci al flauto. Chiusura dell’intrattenimento musicale contemporaneo con Stefano Giannotti, autore e interprete delle "Prime ali" (Quattro momenti nella vita di una farfalla) per zither, ocarine, oggetti, carillon e campane.

mappa