Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca Film Festival 2018 ...e Europacinema 2018 08-04-2018 / 23-04-2018

Lucca Film Festival e Europa Cinema è tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Banca Generali e Banca Pictet sono i Main Sponsor della manifestazione e le mostre sono prodotte con il sostegno di Banca Societe Generale.



Il festival è realizzato grazie anche al Bando Funder35 e si avvale inoltre del supporto di Gesam Gas & Luce SpA, Istituto Luce Cinecittà S.r.l., Fondazione Banca del Monte di Lucca, Baldini Vernici, Lucar Spa, Lions Club Lucca Le Mura, Il Ciocco S.p.A, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Comune di Lucca, Comune di Viareggio, Provincia di Lucca e della collaborazione e co produzione di Teatro del Giglio di Lucca, Consociazione Nazionale donatori di sangue Fratres, Fondazione Giacomo Puccini e Puccini Museum – Casa Natale, Fondazione Carlo Ludovico Ragghianti, Fondazione Mario Tobino, Fondazione UIBI, Università degli Studi di Firenze, Martinelli Luce, CG Entertainment, Istiuto Luigi Boccherini e Liceo Artistico Musicale e Coreutico Augusto Passaglia. Si ringraziano anche Lucca Comics & Games, la Direzione Regionale di Trenitalia, Unicoop Firenze, Confcommercio delle Province di Lucca e Massa Carrara, il Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa, Photolux Festival, Light It Up Blue – Lucca e App18 per la collaborazione.

In questa edizione:

Stephen Frears, Martin Freeman, Rupert Everett, Anton Corbijn, Bertrand Bonello, Sabina Guzzanti e Laura Morante saranno fra i protagonisti del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2018, la manifestazione cinematografica che dall’8 al 15 aprile si terrà nelle città di Lucca e Viareggio. Ad arricchire questo red carpet stellare gli omaggi, le proiezioni, i premi e gli incontri con il pubblico che il Festival ha voluto dedicare a ciascuna delle star presenti. Torna inoltre per il terzo anno consecutivo il Concorso internazionale di lungometraggi, con 14 film in competizione da tutto il mondo in prima italiana, a cui si affiancheranno le Anteprime fuori concorso e il consueto appuntamento con il Concorso internazionale di cortometraggi. Il festival si svolgerà in vari luoghi della città tra cui, a Lucca, nei cinema Astra e Centrale, al Teatro del Giglio, al Palazzo Ducale e alla Fondazione Ragghianti.

“Rendere al territorio un contributo in forma di cultura – ha spiegato Giambattista Chiarelli di Banca Pictet – è uno dei nostri obiettivi principali. Abbiamo investito nel film festival in una città come Lucca dove le iniziative culturali diventano di ampio respiro internazionale. Una manifestazione per il pubblico lucchese, per i turisti internazionali ma anche per i vicini di casa che volessero passare un week end in questa splendida città toscana tra arte e cinema”.

“Il cinema è entrato come protagonista nella vita cittadina di Lucca e nella nostra società – ha detto Paolo Tacchi di Banca Generali Private Banking – grazie al film festival che ci porta in un mondo internazionale di star e di film imperdibili. Credere in una manifestazione di questo tipo vuol dire credere anche in un territorio e rendere ai cittadini e ai turisti un cartellone di divertimento e cultura cinematografica”.

Sabina Guzzanti e le anteprime di Billions e Isle of Dog (8 aprile, primo giorno)

Domenica 8 aprile, al Teatro del Giglio, alle 16, Sabina Guzzanti sarà la prima ospite del festival che terrà una conversazione su cinema e satira introdotta dalla giornalista Silvia Bizio.

La prima giornata, prosegue, al Cinema Astra, con l’anteprima italiana dei primi due episodi della terza stagione di Billions, in onda in esclusiva su Sky Atlantic da venerdì 13 aprile. La proiezione dell’anteprima della serie tv si inserisce in una collaborazione con Sky Atlantic media partner dell’edizione 2018 del Lucca Film Festival & Europa Cinema e offrirà sulla rassegna un’informazione puntuale attraverso il magazine Cinepop e Sky TG24. Il programma della prima giornata presenta, inoltre, alle 18.30, l’anteprima italiana di Storie di Altromare di Lorenzo Garzella, un film-ritratto che si propone di portare lo spettatore all’interno dell’universo visivo, visionario e umano dell’artista Antonio Possenti (1933-2016). Alle 20.30 si terrà l’anteprima italiana del film Isle of Dogs di Wes Anderson, USA (2018), ultima fatica del regista di culto Wes Anderson (distribuito dalla 20th Century Fox prossimamente in Italia). Il nuovo film di animazione vedrà come protagonisti un gruppo di cani messi in quarantena su un’isola-discarica, in cui capiterà anche un giovane avventuriero. Il film sarà presentato dal critico cinematografico Francesco Alò di Bad Taste.it

LE MOSTRE:
Luchino Visconti e le produzioni artistiche di Sky. Due grandi mostre per il Lucca film Festival
Anche quest’anno il Lucca Film Festival e Europa Cinema dedica grande spazio alle mostre.

L’edizione 2018, grazie alla collaborazione del Festival con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, Sky e il Teatro del Giglio, sancisce con due straordinari progetti lo stretto legame tra il cinema e l’arte.
Luchino Visconti. Alla ricerca del tempo perduto. Storia di un film mai realizzato



Il Palazzo Ducale di Lucca ospiterà, dal 17 marzo al 21 aprile 2018
dedicato al sogno lungamente coltivato dal regista milanese di tradurre su pellicola la Recherche proustiana. Gli studenti del corso di scenografia e costume del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, guidati dallo scenografo Francesco Frigeri e dal costumista Maurizio Millenotti, hanno realizzato 45 tavole esecutive e oltre 40 costumi, seguendo la vasta mole di indicazioni lasciate da Visconti e dai suoi collaboratori.

Cinema d’arte
Dietro le quinte delle produzioni artistiche di Sky

Sala del “mezzanino” della Fondazione Ragghianti, a Lucca
dal 23 marzo al 23 aprile 2018.
presenterà oltre 40 fotografie di grande formato, più un’abbondante mole di documenti e filmati sulle recenti produzioni cinematografiche dedicate all’arte e all’architettura da Sky e sarà supportato da un ciclo di proiezioni dei filmati a cui le foto si riferiscono.



Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro

È lo slogan che guida le celebrazioni promosse dalla Comunità Europea in occasione dell’anno del patrimonio culturale e a cui si ispirano le due iniziative lucchesi.
Da una parte, dunque, Visconti autore eclettico e multidisciplinare, regista cinematografico, documentarista, sceneggiatore, regista teatrale che ha sempre tenuto insieme la tradizione con l’innovazione dei linguaggi visivi e, dall’altra, l’uso dello strumento cinematografico per illustrare e divulgare l’arte, portato avanti da Sky, che mette insieme le opere fondative della storia dell’arte occidentale con l’uso delle tecnologie audiovisive più avanzate.

Da una parte, il sogno di Visconti di tradurre le oltre tremila pagine de La Recherche in un film, che ha coinvolto i suoi collaboratori storici – come Suso Cecchi d’Amico, lo scenografo Mario Garbuglia e il costumista Piero Tosi – in lunghe sedute e sopralluoghi nei siti “proustiani”, che hanno lasciato come esito anche le oltre 400 foto di Claude Schwartz e una mole ingente di note e appunti.
Dall’altra, i capolavori, i luoghi, i musei, alcuni ripresi per la prima volta, raccontati in modo assolutamente inedito, grazie al lavoro di Sky.



La mostra dedicata a Visconti, a Palazzo Ducale, sottolinea come dietro a ogni suo film ci sia un testo letterario e come, sin dalle sue prime prove autoriali giovanili, abbia miscelato armonicamente le varie arti.

Il postino suona sempre due volte di James M. Cain rivive in Ossessione, il Verga de I Malavoglia ne La terra trema, il Dostoevsky de Le notti bianche nel film omonimo, Camillo Boito ispira Senso, i racconti di Giovanni Testori Rocco e i suoi fratelli, Tomasi di Lampedusa da vita allo splendido Il gattopardo per arrivare al Camus de Lo straniero e al Thomas Mann di Morte a Venezia, ultimo della trilogia tedesca dopo Ludwig e la Caduta degli Dei, transitando anche per il mito di Elettra e Oreste per Vaghe stelle dell’orsa, senza dimenticare l’ultima regia, l’Innocente da Gabriele D’Annunzio.

Alla Fondazione Ragghianti, intitolata a uno dei principali teorici e pionieri dell’utilizzo dello strumento cinematografico per spiegare il processo creativo dietro le opere d’arte, la mostra curata da SKY ci illustra la “macchina dei sogni” applicata all’arte, portata per la prima volta da protagonista assoluta sul grande schermo.

Foto in grande formato dei set, gli attori nelle varie fasi delle riprese, i professionisti del ‘ dietro le quinte’ del cinema e dell’arte al lavoro, tra cui registi, sceneggiatori, storici dell’arte, direttori della fotografia, scenografi, costumisti e, infine, i processi legati alle nuove tecnologie “immersive” del 3D, dell’Ultra HD e della Virtual Reality.

mappa