Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca Comics and Games 2018 chiude con oltre 251mila biglietti venduti è la seconda edizione più partecipata di sempre 05-11-2018 / 10-11-2018

 Cala il sipario sulla 52ª edizione di Lucca Comics & Games, la più grande manifestazione italiana dedicata all’intrattenimento, che nei cinque giorni passati ha registrato oltre 251 mila presenze da ticketing, superando i dati del 2017. Un’edizione che conferma il grande successo a livello nazionale e internazionale, di cui TIM è stata Main Sponsor con oltre 2.000 eventi, più di 700 espositori e 102 location.

 

Il botteghino della manifestazione si è chiuso al termine del quinto ed ultimo giorno della kermesse con 43.678 biglietti venduti anche oggi. E' stato un crescendo: da meno di 40mila al mattino fino ai 43mila della chiusura che hanno fatto sì che l'edizione si chiudesse con 251.085: circa 8mila in più di un anno fa. E senza considerare le migliaia che si sono comunque riversati nel centro storico di Lucca per respirare il clima festoso dei Comics senza acquistare il biglietto.
 

I numeri. C'è stato un inizio 'soft' per la cinquantaduesima edizione di Lucca Comics and Games. Gli antesignani dell'esercito 'invasore' sono stati, mercoledì (31 ottobre) 23.420, subito seguiti da un'esplosione di spettatori: il 1 novembre i biglietti venduti sono stati 53.119 e poi c'è stato l'exploit degli oltre 60mila (60.384) del 2 novembre (un'invasione a dispetto della pioggia battente). La giornata dei record, come si ricorderà, è stata la quarta con 70.483 braccialetti in giro per la città. Gran finale con i 43.678 di oggi. Il totale di 251.085 biglietti venduti per l'edizione è più che incoraggiante e dimostra che anche quest'anno attorno a Lucca Comics c'è stato un "piccolo miracolo". Con un risultato forse ancora migliore delle attese.

 

Il direttore Vietina: "Avanti su questa strada. “Una splendida avventura che ci ha riempiti di entusiasmo e che ci invita a proseguire su questa strada – sottolinea Emanuele Vietina -, facendo sempre crescere questo grande festival in contenuti culturali, in qualità degli eventi, in attenzione verso il pubblico e verso il territorio. Il successo di questa edizione è certamente da condividere con un gruppo di lavoro ormai rodato, un insieme di collaboratori di livello nazionale e internazionale, grandi partner del mondo dell'editoria, del fumetto, del gioco, del videogioco, del cinema e della cultura che hanno confermato la loro fiducia nella manifestazione. Non ultima una città che ogni anno sa superare le difficoltà, che un evento di tale impatto provoca sulla quotidianità, e che sa invece guardare oltre”.

 

LUCCA COMICS & GAMES 2018: ECCO UN RESOCONTO DEL FESTIVAL POP PIÙ FAMOSO D’ITALIA

 

Tantissimi gli ospiti internazionali che hanno contribuito a decretare il successo di questa edizione: nome di spicco è sicuramente Leiji Matsumoto, papà di “Capitan Harlock”, Yellow Kid Maestro del Fumetto 2018,  a cui Lucca ha dedicato una mostra di suoi disegni originali e che ha posato le impronte nella Walk of Fame di Lucca Comics & Games; e poi ancora le mostre di Neal Adams, maestro dei supereroi made in Usa, LRNZ, autore dell’innovativo manifesto di questa edizione, Jérémie Moreau, astro nascente della bande dessinée, Sara Colaone, Junji Ito, Benjamin Lacombe e tantissimi altri.

 

Hanno arricchito i cinque giorni personalità di spicco del mondo dell’illustrazione e del fumetto, tra cui: il creatore di The Walking Dead, Robert Kirkman, l’editor-in-chief CB Cebulsky, James O’Barr, autore de Il Corvo, Charles Forsman, autore della graphic novel da cui è tratta la serie Netflix, The End of the Fucking World, e gli americani Nick Drnaso e Jason Shiga, talenti della nuova scena del fumetto Usa. Si sono dati appuntamento a Lucca anche i grandi nomi del fumetto made in Italy: Zerocalcare, Gipi, Leo Ortolani, Sio, Simone Bianchi, Gabriele Dell’Otto, Tuono Pettinato, Tanino Liberatore, Alessandro Baronciani…

 

Molto amati anche gli spettacoli, che hanno offerto una visione che integra il mondo comics: esperimento assai riuscito lo spettacolo teatrale “Kobane Calling On Stage”, adattamento della popolarissima graphic novel di Zerocalcare. Ma anche il Feltrinelli Comics Show, imperdibile spettacolo che ha visto alternarsi sul palco del Teatro del Giglio gli autori Feltrinelli, oltre all’ormai tradizionale format lucchese delle “Voci di mezzo”. Ottima accoglienza anche per il mondo del gioco da tavolo, di casa al padiglione Carducci, che ha visto appassionati destreggiarsi tra novità e sfide uniche. E poi Luk for Fantasy, l’area dedicata all’arte (con grandissimi maestri del fantasy) e alla narrativa di genere.

 

Ricco di novità il programma dell’Area Movie, a cura di QMI – Stardust. Netflix ha confermato la sua presenza per il secondo anno consecutivo, con la grande anteprima di Narcos: Messico, disponibile sulla piattaforma dal 16 novembre. A presentare lo show i protagonisti Michael Peña e Diego Luna. Sempre dal mondo della serialità, TIMVISION, la tv on demand di TIM, è stata protagonista a Lucca con due esclusive anteprime: Siren e Marvel’s Runaways apprezzatissimi dal pubblico. Molti anche i contenuti targati Sky, e bagno di folla per Sibel Kekilli, l’attrice tedesca nota al pubblico per il ruolo di Shae nella saga Il Trono di Spade. La popolare serie HBO, che tornerà nel 2019 su Sky Atlantic, è stata celebrata a Lucca anche con una grande installazione nel Sotterraneo del baluardo San Colombano. Seguitissima anche la masterclass con Marco D’Amore, tra i registi della quarta stagione di Gomorra – La Serie, e il panel dedicato a I delitti del BarLume. Grande successo anche per l’anteprima di Overlord, l’action-horror prodotto da JJ Abrams in sala dall’8 novembre per 20th Century Fox, per 44 Gatti, la nuova serie prescolare targata Rainbow in onda su Rai Ragazzi dal 12 novembre e per le “serate cinema cult” targate Infinity. Tanti anche gli ospiti dal mondo del cinema nostrano, da Paolo Virzì allo sceneggiatore Nicola Guaglianone passando per Fabio Guaglione. Infine, il calore del pubblico ha accolto anche Nicholas Brendon, attore della serie cult Buffy l’Ammazzavampiri, nonché autore dell’omonimo fumetto.

 

 

Grande successo anche per l’iniziativa attuata quest’anno per ridurre la plastica che gli è valso il riconoscimento Zero Waste – Rifiuti Zero. Sono andati tutti esauriti sabato 3 novembre gli oltre 30 mila bicchieri riutilizzabili acquistati come un bel ricordo da collezione della manifestazione, hanno anche contribuito fortemente a ridurre il numero delle bottiglie di plastica usa e getta. Per la prima volta, negli spazi ristoro interni al festival, e in alcuni punti in città, grazie alla collaborazione di Ristogest (general contractor food and beverage dal 2015) con Lucca Crea srl e Comune di Lucca sono stati distribuiti i bicchieri riutilizzabili. Inoltre, tutte le stoviglie e il packaging usati nei punti ristoro interni al festival sono interamente biodegradabili.

 

I cosplayer sono stati parte vitale e colorata dello spettacolo, con parate, concorsi e raduni spontanei per tutti i 5 giorni, e con la loro energia e il loro entusiasmo hanno riscaldato l’atmosfera come ogni anno: tra i momenti più seguiti, il raduno ufficiale Marvel Cosplay Italia, entrato nel Guinness dei primati superando i 300 cosplayer a tema, ma anche la parata a tema “Animali Fantastici”. Cliccate qui se volete dare un’occhiata ai migliori cosplayer da noi intravisti in fiera.

 

 

A proposito di videogiochi, quest’anno sono stati i veri protagonisti: tanti i tornei organizzati, a partire da quelli di Asphalt 9 presso il TIM Dome, fino ad arrivare alle più accese sfide ospitate dal Samsung Esport Palace e da ESL Cathedral. Importantissimi ospiti internazionali come Cameron Christian(Design Director di Insomniac Games) per Marvel’s Spider-Man e Shinji Hashimoto (Executive Producer di Square Enix) per Kindom Hearts III hanno reso ancora più magica la kermesse, insieme ad altre importanti realtà del panorama videoludico come Blizzard, Bandai Namco e Nintendo.

 

Divertimento assicurato anche per i più piccoli nell’area Junior, dove migliaia di bambini hanno potuto conoscere dal vivo i loro personaggi preferiti Panini, ballare assieme alla Winx, e scatenare la loro immaginazione con 150kg di mattoncini LEGO®. La Japan Town, il quartiere del meraviglioso centro storico lucchese dedicato interamente all’arte e alla cultura nipponica, ha ampliato il proprio spazio con un intero padiglione di 400mq dedicato a gadget, action figure e scuole di manga.

 

Da non dimenticare il programma music con un’offerta di generi diversi che hanno saputo accontentare gusti differenti, dalle sonorità metal dei Lacuna Coil, al pop ironico de Lo Stato Sociale fino all’irriverente Ruggero de I Timidi, per non parlare di Un viaggio d’anime, produzione Made in Lucca sulle grandi colonne sonore del cinema d’animazione.

 

A Lucca nasce il Game Science Center per la ricerca scientifica

 

Da intrattenimento a strumento per lo sviluppo della ricerca scientifica. Il gioco non più mero passatempo, ma attore importante nell’avanzamento di altrettanto importanti ricerche condotte in laboratorio. Tutto è gioco e quindi studiare le modalità e l’approccio al gioco ci permette di capire come funzionano le cose, come risolvere problemi, come affrontare quesiti da punti di vista diversi e molteplici. A presentare l’iniziativa, il direttore generale di Lucca Crea e Lucca Comics & Games, Emanuele Vietina, il vicesindaco di Lucca, Giovanni Lemucchi, il vice direttore di IMT Ennio Bilancini e Andrea Ligabue, direttore artistico di Modena Play.

 

A Lucca due realtà di eccellenza nella ricerca e nel gioco, la Scuola IMT Alti Studi Lucca e Lucca Crea, hanno deciso di unire le forze per dare vita al Game Science Center, un centro di ricerca interuniversitario in materia di game science, aperto alla partecipazione e alla collaborazione di altre istituzioni del mondo universitario e scientifico. Il centro, con sede nel campus della Scuola IMT, si prefigge di dare risalto e coerenza alle attività di ricerca nazionali e internazionali in cui è presente il tema del gioco, aggregando i ricercatori che le conducono e favorendo lo scambio di idee e le pratiche di ricerca multidisciplinare. Inoltre, il centro fornirà l’opportunità di creare un ponte con i settori produttivi che utilizzano il gioco come modello di comprensione, come strumento o direttamente come prodotto, come il settore dell’intrattenimento, ma anche quello che analizza le risorse umane o quello che mira a potenziare gli strumenti per l’educazione e il pensiero strategico.

 

Il centro può inoltre svolgere un ruolo importante nel promuovere e sostenere le attività di formazione che la Scuola IMT attiva sul territorio e che prevedono l’uso dei giochi, come strumento di divulgazione di contenuti e competenze, la gamification di attività proprie della terza missione, la disseminazione e valorizzazione della game science. Sostiene Vietina:

 

“Con il gioco si imparano le regole, si socializza, si impara a confrontarci con gli altri. Ne sappiamo da sempre la valenza educativa in molti campi e ne conosciamo il valore culturale. Servono studi che si possano poi utilizzare a favore di enti, aziende, istituti di formazione e aziende dell’editoria.”

Continua Bilancini dicendo:

 

“Quello che manca oggi e che vogliamo realizzare a Lucca, sono studi concreti che spieghino che tipo di gioco sviluppa quali capacità o aree del cervello. Da qui l’idea di dare vita a studi scientifici su gruppi di persone.”

Lemucchi ha commentato:

 

“L’amministrazione comunale è convinta dell’utilità di questo progetto anche perché mettere in rete e far collaborare attivamente le realtà cittadine, e in questo caso anche altre città, è una dei nostri obiettivi primari. Ancora di più se i risultati di questi studi saranno poi a servizio del territorio.”

Ed ha concluso Ligabue con:

 

“Play Modena è pronto a sostenere l’iniziativa e a fare la sua parte, dando così da arrivare a formare una rete che possa attuare studi scientifici seri sulla validità del gioco.”

 

 

Come ogni anno, inoltre, l’Area Performance Onlus del festival organizza, con i più grandi artisti fantasy ospitati nel padiglione Carducci, un’asta di beneficenza degli originali realizzati per l’occasione. Quest’anno è stata un’edizione speciale che ha segnato i 20 anni dell’Area Performance. L’assegno simbolico di 32.840 euro ricavati dall’asta dello scorso anno è stato consegnato alle associazioni destinatarie, prima di dare il via alla nuova edizione dell’asta indetta per quest’anno. Destinatari della somma, designati dalla stessa Onlus Area Performance sono Il reparto di pediatria dell’ospedale di Lucca, la Comunità di S. Egidio ed Emergency.

 

Ad aggiungere prestigio alla fiera, anche il senatore Vito Crimi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, a Lucca per seguire alcuni impegni si è voluto complimentare con l’organizzazione di Lucca Comics & Games per il successo del Festival. Accolto dal sindaco Alessandro Tambellini e dal direttore generale e dal presidente di Lucca Crea, Emanuele Vietina e Mario Pardini ha espresso la sua soddisfazione:

“Sono venuto a Lucca Comics & Games in viaggio di lavoro per incontrare l’editoria del fumetto e del gioco, in una manifestazione che conosco bene, in continua crescita all’insegna dell’innovazione.”

Quindi non ci resta altro che darvi appuntamento per l’edizione 2019!

 

Dal Prestigioso:

Lucca in Diretta e 

NerdMovieProduction