Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


XXXI Mostra Antiche Camelie della Lucchesia 2020 ed 2020- 14/15 – 21/22 – 28/29 Marzo 2020 14-03-2020 / 29-03-2020

XXXI Mostra Antiche Camelie della Lucchesia
14/15 – 21/22 – 28/29 Marzo 2020

ANTEPRIMA con PROGRAMMA PROVVISORIO
..in attesa di quello definitivo



Esposizioni, degustazioni, passeggiate nel verde, concerti e lei, regina indiscussa: la camelia. Questo e molto altro è la Mostra Antiche Camelie della Lucchesia, manifestazione internazionale del comune di Capannori e vanto per la zona del Compitese, cuore dell’evento. La mostra, giunta quest’anno alla XXXI edizione, si svolge nel Borgo delle Camelie (i paesi di S. Andrea e Pieve di Compito) ma coinvolge anche altre frazioni di Capannori, le sue Ville, Villa Reale e la città di Lucca.



Sarà anche possibile visitare sia il parco di Villa Reale che la Mostra delle Antiche camelie della Lucchesia con un biglietto unico cumulativo utilizzabile a Villa Reale per tutto il mese di marzo, anche in data diversa da quella della visita alla mostra. Clicca qui per info su Villa Reale

Durante la manifestazione si svolgeranno tra l’altro:

VISITE GUIDATE AL CAMELIETO
PARTENZE SENTIERI DAL CENTRO CULTURALE COMPITESE
MOSTRE SCIENTIFICHE DELLE CAMELIE NELLE VILLE
EVENTI ED INIZIATIVE COLLATERALI NEL BORGO E A LUCCA
LABORATORI DI KINTSUGI
DEGUSTAZIONI DI TE’



Iniziative e Mostre collaterali

Sede Lucchesi nel Mondo – Castello S. Pietro, Mura urbane di Lucca

Mostra : L’arte del té nel mondo”
Dal 16 febbraio al’ 8 marzo 2020
Sabato e Domenica dalle ore 11 alle ore 19
Dal Lunedì al Venerdì 9-12

Inaugurazione domenica 16 febbraio ore 16

Cerimonie del tè Giapponese: 16 febbraio e 8 marzo ore 17
Ingresso libero



Mostra di Pittura e Disegno Botanico – Casermetta San Regolo, Mura urbane di Lucca
Dal 2 febbraio al 01 marzo 2020.
Venerdì dalle ore 15 alle ore 17
Sabato e Domenica dalle ore 10 alle ore 17

XIV Mostra di pittura e disegno botanico
VI Mostra di pittura e arte contemporanea

I concorso riservato agli istituti comprensivi di Capannori: “L’albero Amico”
Ingresso libero

8 marzo
Distribuzione di camelie da parte del Comune di Capannori e del Comune di Lucca

ORARIO E DATE PER I LABORATORI
21 marzo, ore 11-13: Laboratorio di Kintsugi : 2 ore per max10 persone – Ingresso libero previa prenotazione (0583/428443 o cultura@comune.capannori.lu.it)
21 marzo, ore 15-17: Laboratorio di Kintsugi : 2 ore per max10 persone – Ingresso libero previa prenotazione (0583/428443 o cultura@comune.capannori.lu.it)
22 marzo, ore 10-14: Laboratorio di Kintsugi : 4 ore completamente gestito dalla docente Chiara Lorenzetti – Corso a pagamento previa prenotazione (3495830059 o info@chiaraarte.it)
14 e 15 marzo : Pitture, conferenze e meditazione zen, tutto sul Sumi-e



Come arrivare

Durante la Mostra Antiche Camelie della Lucchesia, che è aperta dalle 10 alle 18, il Borgo è chiuso al traffico e i visitatori potranno accedervi con l’apposita navetta, disponibile dalle 9.30 fino al termine della manifestazione. Parcheggio auto, stazione navette e biglietteria si trovano al Frantoio Sociale del Compitese – via di Tiglio 609, Pieve di Compito- (Vedi la Mappa). I gruppi organizzati possono raggiungere il Borgo direttamente con il proprio pullman, previa prenotazione alla segreteria della mostra. Una volta arrivati nel Borgo la visita si effettua a piedi.
Per informazioni e prenotazioni: Centro Culturale Compitese – Segreteria Mostra Antiche Camelie della Lucchesia 0583/977188 (dalle ore 9.00 alle 13.00 lunedì-mercoledì e giovedì) (dalle ore 14.00 alle ore 18.00 martedì e venerdì) – www.camelielucchesia.it – info@camelielucchesia.it

Ingresso – Biglietti

Biglietti e ingresso:

Attenzione:

Il costo del biglietto – che comprende parcheggio auto, servizio navetta, accesso e visita al Borgo e alla mostra – è 7 euro, gratuito per ragazzi sotto i 12 anni e disabili con accompagnatore. Le mostre di pittura e Lucchesi nel Mondo sono a ingresso libero. Per accedere al Borgo delle Camelie è necessaria l’apposita navetta, i gruppi organizzati potranno invece raggiungere il Borgo direttamente con il proprio pullman previa prenotazione alla segreteria della mostra. Per informazioni e prenotazioni www.camelielucchesia.it, info@camelielucchesia.it, 0583/977188 lunedì mercoledì, giovedì dalle ore 9 alle ore 13 – martedì e venerdì dalle ore 14 alle ore 18

La visita della mostra, che si svolge dalle 10 alle 18 richiede almeno due ore di tempo. Per questo motivo le biglietterie chiuderanno alle ore 16.30. Dalla chiusura delle biglietterie non sarà più possibile salire sulle navette per arrivare al Borgo delle Camelie.

Intero euro 7

Biglietto cumulativo Mostra Camelie + Villa Reale 12€ (>10pax Gruppi)

Biglietto cumulativo Mostra Camelie + Villa Reale 13€ (Individuali)

Accesso ammesso per i nostri amici a 4 zampe.

Ingresso GRATUITO per minori di 12 anni e disabili con accompagnatore

Biglietti per gruppi organizzati Il biglietto intero di ingresso è di € 7 a persona anche per i gruppi (gratuito per accompagnatore e guida). Un’apposita biglietteria sarà presente nel Borgo delle Camelie all’inizio dell’itinerario per il ritiro dei biglietti d’ingresso. E’ possibile fare un prepagamento dell’importo di ingresso con bonifico bancario

IBAN: IT39 D030 6909 6061 0000 0139 244 intestato a CENTRO CULTURALE DEL COMPITESE SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE – Via Fonda 1, 55062 Pieve di Compito (LU). La causale da specificare sarà “pagamento biglietti ingresso XXXI mostra camelie”.

N.B. E’ obbligatoria la prenotazione per i gruppi che arrivano con un pullman da comunicare alla segreteria della mostra all’indirizzo e-mail: info@camelielucchesia.it con almeno una settimana di anticipo. Comunicare targa del bus appena possibile.

Per info: scrivere a info@camelielucchesia.it

Storia della manifestazione

Nel 1989, sotto la spinta di alcuni soci, il Centro Culturale Compitese decide di organizzare un’esposizione con al centro la camelia: essa sarà la prima edizione della mostra “Antiche Camelie della Lucchesia”, svoltasi in grande semplicità nel mese di aprile per soli 3 giorni all’interno di una piccola sala, dove erano raccolte alcune delle cultivar tipiche del Compitese.
La manifestazione riscuote un successo tale che il Comune di Capannori viene convinto ad aderire a questa iniziativa e ad incoraggiarla.
Infatti, nel corso degli anni la mostra è cresciuta sempre di più, affermandosi sia a livello nazionale che internazionale.
Già dalla seconda edizione della mostra nel 1990 infatti, grazie all’appoggio dell’ Orto Botanico, della Comunità Montana e delle amministrazioni di Lucca e Capannori, la mostra non prevede più soltanto l’esposizione “classica” delle cultivar, ma anche una serie di viste guidate ad alcune ville (tra cui la storica Villa Borrini) che ospitano nei loro giardini piante di camelie in fiore.
Il grande successo riscosso dalla seconda edizione in termini di visitatori e risonanza mediatica, spinge gli organizzatori ad ampliare ancora la mostra successiva del 1991: vengono creati diversi itinerari e introdotte mostre collaterali e manifestazioni artistiche di vario genere.
Con questa edizione l’esposizione delle cultivar assume un’importanza maggiore poiché diventerà una mostra scientifica, inoltre a disposizione dei visitatori viene allestito un mercatino dove poter comprare delle camelie.
La manifestazione esce anche dai confini del Centro Culturale Compitese e dei giardini delle ville per abbracciare i paesi di Sant’Andrea e Pieve di Compito, borghi antichi e suggestivi.
Nella quarta edizione l’impianto della mostra rimane pressoché il medesimo, fatta eccezione per la pubblicazione del volume “Camelie dell’ottocento in Italia”, a cura di Angelo Lippi e Guido Cattolica.
La mostra diventa il fiore all’occhiello del Comune di Capannori, un evento di assoluta importanza.
Negli anni successivi la mostra allarga i suoi orizzonti: iniziano infatti le collaborazioni con altre associazioni internazionali incentrate sulla Camelia: quella di Nantes nel 1992, la Tea Exporters’ Association di Shizuoka nel 1997, quella del Giardino di Boboli (Firenze) nel 1998, quella di Saõ Miguel nel 2004 e quella del Castello di Pillnitz (Dresda) e Pontevedra nel 2005.
Inoltre la mostra della camelia nel corso della sua storia ha sempre lasciato le porte aperte ad un connubio con varie forme di espressione dell’arte come teatro, fotografia, musica e artigianato, cercando sempre di rinnovarsi e di tenersi al passo con i tempi.
Altra nota cruciale per la mostra è la realizzazione nel 2005 di un parco tematico, chiamato “Camellietum Compitese”, all’interno del quale sono ospitate alcune tra le più antiche cultivar di Camellia japonica della Toscana.

mappa