Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Toscana 2013 - Campionati Mondiali di Ciclismo Uci Road World Championships 22-09-2013 / 29-09-2013

Quelli che andranno in scena in Toscana dal 22 al 29 settembre saranno gli ottantaseiesimi campionati del mondo di ciclismo per professionisti su strada.



La prima edizione per professionisti si disputò, infatti, nel 1927 ad Adenau, in Germania, con il successo di Alfredo Binda. Ma qualche anno prima, nel 1921 a Copenaghen, furono i dilettanti a sfidarsi per l’assegnazione del titolo iridato; in quell’occasione vinse lo svedese Gunnar Skoeld.

In Toscana saranno cinque le città che ospiteranno la rassegna iridata; si tratta di Lucca, Montecatini Terme, Pistoia, Fiesole e Firenze, nell’ordine in cui gli appassionati le incontreranno durante la gara in linea uomini, certamente quella più attesa di tutto il ricco calendario agonistico.


Lucca Piazza Napoleone

La corsa dei professionisti si svolgerà domenica 29 settembre con partenza da piazza Napoleone a Lucca che, oltre ai campionati del mondo di ciclismo, festeggia il Cinquecentenario della costruzione delle Mura cittadine. Lucca è una città ricca di fascino, di storia e di attrazioni turistiche notevoli tanto da farne una delle città d’arte più importanti d’Italia:

La gara prenderà la direzione di Firenze con un primo sussulto per la salita di Montecarlo. Subito dopo, il percorso attraverserà Montecatini Terme, cittadina di spiccata vocazione turistica, industriale e commerciale, importante stazione termale e polo di rilievo per la ricettività dell’intera Toscana. Molte nazionali, fra cui l’Italia, hanno scelto proprio Montecatini Terme quale sede logistica dei mondiali 2013. Da Montecatini Terme partiranno: la cronometro a squadre uomini (domenica 22 settembre), la cronometro individuale uomini elite (mercoledì 25 settembre), la gara in linea U23 (venerdì 27 settembre) e le due gare di sabato 28; la gara in linea uomini junior e donne elite.


Città di Firenze

Altra città importante per la rassegna Toscana 2013 è Pistoia, di fondazione romana, che offrirà la scenografia della gara inaugurale; la cronosquadre donne elite in programma domenica 22 settembre. Il giorno dopo da Pistoia prenderà avvio la cronometro individuale under 23.

Il paesaggio, insieme alle ricchezze storiche e culturali, rendono Fiesole una meta molto ambita dai turisti più esigenti. Dista solo 6 chilometri da Firenze di cui costituisce un fenomenale punto di osservazione. La salita per Fiesole costituirà il terreno di selezione di tutte le gare in linea.

Infine Firenze, immensamente bella, è infatti patrimonio dell’umanità. Il suo centro storico offrirà le quinte per tutte le sfide mondiali che si concluderanno in via Paoli, di fronte il Mandela Forum.

Il programma:

Domenica 22 settembre
Cronometro a squadre
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Donne Élite     h. 10:00:00     Pistoia     Firenze Mandela Forum     42,79
Uomini Élite     h 14:00:00     Montecatini Terme     Firenze Mandela Forum     57,20

Lunedì 23 settembre
Cronometro individuali
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Donne Junior     h. 10:00:00     Firenze Cascine     Firenze Mandela Forum     16,27
Under 23     h 14:00:00     Pistoia     Firenze Mandela Forum     43,49

Martedì 24 settembre
Cronometro individuali
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Uomini Junior     h. 10:00:00     Firenze Cascine     Firenze Mandela Forum     22,05
Donne Élite     h 14:30:00     Firenze Cascine     Firenze Mandela Forum     22,05

Mercoledì 25 settembre
Cronometro individuali
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Uomini Élite     h. 13:15:00     Montecatini Terme     Firenze Mandela Forum     57,9

Venerdì 27 settembre
Gara in linea
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Donne Junior     h. 08:30:00     Firenze Mandela Forum     Firenze Mandela Forum     82,85
Under 23     h. 13:00:00     Montecatini Terme     Firenze Mandela Forum     173,19

Sabato 28 settembre
Gara in linea
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Uomini Junior     h. 08:30:00     Montecatini Terme     Firenze Mandela Forum     140,05
Donne Élite     h 14:15:00     Montecatini Terme     Firenze Mandela Forum     140,05

Domenica 29 settembre
Gara in linea
CATEGORIA     PARTENZA     LUOGO     ARRIVO     KM
Uomini Élite     h. 10:00:00     Lucca     Firenze Mandela Forum     272,26

LE CITTA' DEL MONDIALE:

FIRENZE:
Nel Medioevo, Firenze, è stata un importante centro culturale, commerciale, economico e finanziario; nell’età moderna ha ricoperto il ruolo di capitale del Granducato di Toscana sotto il dominio delle famiglie dei Medici e dei Lorena. Fu anche capitale d’Italia dal 1865 al 1871, dopo l’unificazione del Paese (1861).



Importante centro universitario e patrimonio dell’umanità UNESCO, è considerato il luogo d’origine del Rinascimento ed è universalmente riconosciuta come una delle culle dell’arte e dell’architettura, nonché rinomata come una delle più belle città del mondo, grazie ai suoi numerosi monumenti e musei; infatti con i propri artisti, pensatori, letterati, scienziati di fama mondiale (Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, Sandro Botticelli, Niccolò Macchiavelli, Filippo Brunelleschi, Galileo, etc.) beneficiò sotto tutti gli aspetti di questo grande cambiamento sociale e divenne uno dei luoghi catalizzatori di quella corrente di pensiero, costituendo così uno dei più importanti centri di rinascita della cultura mondiale. Inoltre come culla del Rinascimento ha i suoi capolavori nelle opere di Filippo Brunelleschi, di Leon Battista Alberti, ma anche altri periodi artistici hanno lasciato i loro capolavori assoluti: dal romanico di San Miniato al Monte, al gotico di Santa Croce dove si trovano le sepolture delle italiche glorie, come le definì Ugo Foscolo, alle stravaganze del Manierismo di Giambologna o di Bernando Buontalenti (come la Fontana di Nettuno o il Giardino di Boboli), fino ai capolavori dei grandi architetti italiani del Novecento come la stazione di Santa Maria Novella e lo Stadio Artemio Franchi, rispettivamente di Giovanni Michelucci e Pier Luigi Nervi.

Il centro storico di Firenze, conchiuso all’interno della cerchia dei viali tracciati sulle vecchie mura medievali, raccoglie i più importanti beni culturali della città; esso può essere apprezzato nella sua interezza dalle colline d’intorno, in particolar modo dal Forte Belvedere, dal Piazzale Michelangelo e dalla collina di Fiesole che offre uno dei panorami più suggestivi della vallata dell’Arno.
Il centro di Firenze con le sue centinaia di attività commerciali è anche un paradiso per lo shopping e lo svago, dalle eleganti boutique d’alta moda e i caffè storici ai vivaci mercati storici all’aperto, oltre che ad ospitare numerosissimi locali notturni, discoteche, american-bar, lounge-bar e luoghi d’incontro per l’aperitivo.

La città inoltre è sede di importanti attività che spaziano da quelle industriali meccaniche e specializzate, illuminazione architettonica, chimiche-farmaceutiche, fino al comparto moda.
Inoltre la città ha l’unico museo italiano dedicato alla moda, la Galleria del Costume, che traccia una storia dettagliata delle mode che si sono susseguite nel tempo, con una collezione che arriva a più di 6.000 manufatti, fra abiti antichi, accessori, costumi teatrali e cinematografici di grande rilevanza documentaria, e numerosi esemplari prestigiosi di stilisti italiani e stranieri.
Quanto fin qui detto rappresenta una sintesi, poiché su Firenze e le sue bellezze si potrebbero scrivere infinite pagine.

LUCCA
La larga spiaggia della Versilia, le montagne aspre e bianche di marmo delle Alpi Apuane e l’Appennino morbido di boschi, una valle ricca di storia e di ambienti naturali preziosi attraversata da un fiume che nasce da due sorgenti, una corona di colline attorno al centro storico di una città antichissima, cinta da Mura imponenti che devono essere apparse un tempo lo scrigno di un piccolo e grande tesoro qual è ancora Lucca. Lucca, un centro importante per un territorio variegato e complesso che a dispetto delle vicende storiche vi ha sempre riconosciuto il proprio riferimento, che ne riflette la caratteristica saliente: tutto qui è a portata di mano.

Le colline la circondano completamente con bei vigneti che risalgono i versanti fin dove possibile, alternandosi agli oliveti e alle monumentali ville cinquecentesche, alle piccole pievi medievali, uno scenario prezioso, dai bei colori e dalla disposizione elegante, un percorso in uno dei paesaggi più noti e ammirati della Toscana.

Una valle singolare, la Valle del Serchio, parallela alla costa. Un susseguirsi di atmosfere, sapori, colori in cui tutti i sensi vengono coinvolti come spesso succede nei luoghi che hanno un grande valore naturalistico e una lunga storia da raccontare, la Storia dei grandi avvenimenti, delle battaglie, dei castelli e quella più comune del lavoro, della vita quotidiana, delle stagioni.

La Garfagnana,Terra di passaggio in cui si intrecciano strade folli arrampicate su per i versanti e sentieri e tra i boschi, punteggiata di fortificazioni costruite, demolite, conquistate e ricostruite, in cui si alternano gli scenari strepitosi dei paesaggi della montagna, dei marmi preziosi desiderati in tutto il mondo, delle acque fragorose di fiumi e torrenti, ai piccoli e grandi tesori artistici da andare a scoprire nelle silenziose chiese dei paesi, grandi dipinti commissionati a celebri artisti, piccolissimi teatri di montagna, o, nei castagneti, le vie delle marginette o, ancor prima, i tesori preistorici delle statue stele.

Versilia è il nome del fiume che scende dai contrafforti calcarei delle Alpi Apuane, attraversa le colline, conquista il mare, e regala il suo nome a tutto il territorio che attraversa, fino alla costa.
Dune larghe e morbide e montagne dai proifili frastagliati, delicati colori di uliveti sulle colline che raccolgono parti importanti della sua storia e abbaglianti squarci nelle montagne del marmo, il rumore riposante del mare e i ritmi dei locali alla moda sono stati fonte di ispirazione per artisti di ogni disciplina e di accoglienza e riposo per tutti.

Territori e paesaggi della lucchesia serviti sulla tavola in gustose e profumate pietanze, sono la ricchezza della gastronomia lucchese..
Percorsi invitanti che si possono conoscere e ripercorrere sulle tavole di ristoratori e osti. Il farro, il formenton, le castagne e tanti fagioli, rossi, scritti, cannellini, che anche il giovane Maestro Puccini rimpiangeva nel suo soggiorno a Milano, semplicemente cotti “al fiasco” e conditi con “…un poco d’olio d’oliva, ma di quello bono”. L’olio per l’appunto, il vanto delle produzioni agricole lucchesi, e i vini che si stanno facendo strada con produzioni in luoghi desueti, dalle spiagge alla montagna, con grandi risultati che ben si adattano a tutte le portate.

PISTOIA
Pistoia è una città autentica, orgogliosa del proprio passato, una vera e piacevole scoperta: prestigiosi monumenti adornano il centro storico, uno tra i più antichi e caratteristici della Toscana, incastonato nella splendida cornice verde della montagna e delle colline pistoiesi.

Piazza del Duomo, considerata una delle più belle piazze d’Italia, è il cuore della città dove si affacciano, in un contrappunto di architetture e colori, la Cattedrale con il Campanile e il Battistero, il Palazzo Comunale, l’antico Palazzo dei Vescovi e il Palazzo Pretorio. Intorno si sviluppa una città piena di tesori da scoprire senza fretta dove, accanto alle antiche chiese, ai musei e ai nobili palazzi, si possono trovare piazze e vicoletti medievali popolati da botteghe artigiane, mercati e locali tipici che servono i piatti della tradizione.

Tra i gioielli del ricco patrimonio artistico pistoiese: lo splendido fregio in terracotta invetriata raffigurante le Sette Opere di Misericordia, realizzato dalle più prestigiose botteghe fiorentine, tra cui quelle di Giovanni Della Robbia, di Benedetto e Santi Buglioni. che adorna il loggiato esterno dell’Ospedale del Ceppo; il pulpito di Giovanni Pisano nell’antica Pieve di S.Andrea, uno dei massimi capolavori della scultura italiana medievale, realizzato da Giovanni Pisano alla fine del 1200; l’altare d’argento all’interno della Cattedrale di San Zeno, un capolavoro dell’oreficeria sacra medievale.

Pistoia è legata al proprio passato ma sempre più aperta al futuro con nuove proposte nell’ambito della cultura e dell’arte. Passeggiando nel centro storico si possono incontrare diverse installazioni come “La Luna nel pozzo” di Gianni Ruffi in piazza Giovanni XXIII o “Il Giro del Sole”di Roberto Barni nella piazzetta degli Ortaggi. Esistono poi spazi specificatamente dedicati all’arte contemporanea: Palazzo Fabroni, il Museo Marino Marini, la Fattoria di Celle (un’esposizione d’arte con installazioni di artisti internazionali, sia nei suggestivi spazi all’aperto che all’interno degli edifici). Un percorso inedito può portare alla scoperta di importanti artisti moderni come Fernando Melani, Jorio Vivarelli e Sigfrido Bartolini attraverso la visita delle loro case-studio.

Tratto distintivo di Pistoia è la sua anima musicale, grazie al ricco patrimonio di preziosi organi storici che chiunque può scoprire visitando le chiese cittadine, alla locale fabbricazione di strumenti musicali specializzata in piatti, al museo della musica e alle numerose rassegne musicali organizzate in città.

Il verde circonda Pistoia con la sua campagna e le sue colline che offrono quiete, relax e possibilità di vivere esperienze a contatto diretto con la natura: una passeggiata lungo la via Francesca della Sambuca sul cammino di San Jacopo dove natura e storia si fondano tra loro, una giornata al giardino zoologico con i suoi laboratori e percorsi didattici.

Gli Appennini, scenografia naturale della città, invitano a scoprire la montagna pistoiese fatta non solo di sci e sport invernali ma anche di borghi antichi, percorsi di trekking e tranquille passeggiate

Durante tutto l’anno Pistoia è animata da importanti eventi culturali, artistici, musicali, legati alle tradizioni (per citarne solo alcuni: la Giostra dell’Orso: un vero e proprio palio conteso tra i quattro rioni della città, il Pistoia Festival, il Pistoia Blues, Dialoghi sull’uomo) ed allo sport come la Pistoia-Abetone.

MONTECATINI TERME
Ricca di fascino e cultura a pochi chilometri dalle principali città d’arte toscane, Montecatini Terme si conferma la capitale della cura naturale e centro benessere dove trascorrere una vacanza rigenerante. Il verde dei parchi, gli stabilimenti termali dotati delle soluzioni tecnologiche più innovative, un sistema ricettivo con una centenaria tradizione d’accoglienza, offrono l’opportunità di rilassarsi nel modo più piacevole.

Da secoli le Terme di Montecatini sono luogo di rigenerazione, benessere, bellezza. Devono questi straordinari doni alle acque che sgorgano dalle profondità del sottosuolo, che dopo un lungo tragitto attraverso depositi di calcare, diaspri e argilla sgorgano in stabilimenti termali immersi in parchi meravigliosi: Tettuccio, Regina, Excelsior, Leopoldine, Salute, Redi e Torretta. Sono acque purissime e ricche di elementi minerali preziosi normalmente presenti nell’organismo umano.

Montecatini Terme si propone come sede ideale di convegni, convention e business meeting, a cominciare dal villaggio termale che con i suoi 200 alberghi (11.000 posti letto complessivi), i sei stabilimenti termali, i 460.000 mq di splendidi parchi cittadini, gli elegantissimi negozi del centro, i locali alla moda, e offre un ambiente ottimale per lavorare in un’atmosfera di benessere, cultura, sport e relax.

Un particolare attenzione al leisure e allo sport: un imponente Palazzo dello Sport (oltre 5.500 posti), ippodromo, bocciodromo, campo di tiro a volo, campi e stadio da calcio e atletica, parco piscine outdoor e indoor e circoli di tennis anche in centro città.

La tradizione della ristorazione montecatinese, famosa nel mondo, e la nota promenade dello shopping, completano l’offerta della nostra piccola città, grandiosa nell’espressione di accoglienza e ospitalità.

FIESOLE
Fiesole, che sorge a pochi chilometri dal centro di Firenze, è un’antica cittadina fondata dagli Etruschi, dove si respira aria di cultura internazionale.

La storia di Fiesole affonda le sue radici in un passato Etrusco-Romano della cui gloria si possono ammirare, su una superficie verde di circa 35.000 mq, i resti di un Teatro Romano, di un Tempio etrusco-romano e di uno stabilimento termale. Qui si trova anche il Museo Archeologico.
Accanto all’Area Archeologica sorge un piccolo scrigno di tesori d’arte: il Museo Bandini, una collezione di dipinti e sculture di epoca compresa tra il 1000 ed il 1400, Neri di Bicci, Iacopo del Sellaio, Nardo di Cione, Taddeo e Agnolo Gaddi fanno bella mostra di sé assieme ad un cospicuo gruppo di robbiane.

Sulla piazza principale si affaccia la Cattedrale di San Romolo risalente all’anno mille che all’interno conserva affreschi di Cosimo Rosselli, tavole della scuola del Ghirlandaio, di Bicci di Lorenzo e tele del più tardo Baccio Maria Bacci.

Dalla piazza parte una ripida stradina che si arrampica tra il Seminario Vescovile, Palazzo Altoviti, ed il Palazzo Vescovile. Poco più in alto, nella parte più elevata di Fiesole, sull’antica rocca etrusca, si trovano la Chiesa ed il Convento di San Francesco la cui origini si perdono intorno al Duecento. Qui si possono ammirare oltre agli affascinanti chiostri del Trecento e Quattrocento, le celle dei monaci risalenti al XV secolo, opere di Raffaellino del Garbo ed un Museo Missionario contenente una collezione egizia ed una cinese formate dai padri missionari.

Aria di maggior modernità si trova alla Fondazione Primo Conti dove nella quattrocentesca Villa Le Coste sono ospitati i lavori, fra oli e disegni, del grande maestro futurista oppure visitare Villa il Roseto sede della Fondazione Giovanni Michelucci dove è possibile calarsi nel mondo del famoso architetto che tanto ha contribuito negli studi e nella ricerca della moderna e contemporanea urbanistica ed architettura.

San Domenico, oltre alla Chiesa e al suo Convento, ha sede la famosa Scuola di Musica di Fiesole. Qui per tanti anni ha vissuto e lavorato Giovanni da Fiesole detto l’Angelico. Molte delle sue opere, oggi esposte agli Uffizi, al Louvre, al Prado ed all’Hermitage, sono state realizzate fra le mura di questo Convento. Sempre a San Domenico c’è la Badia, dalla splendida facciata romanica, il cui chiostro da accesso alla sede dell’Istituto Universitario Europeo.

Tante sono le Ville storiche ed i loro giardini che si possono visitare. Fra questi Villa Peyron con il suo incantevole giardino ricco di fontane e statue, Castel di Poggio, ideale ricostruzione di un primitivo castello del duecento ed immerso in un parco di lecci, querce e castagni, Villa le Balze, oggi sede della Georgetown University, Villa Il Riposo dei Vescovi con il giardino ricco di statue di fattura orientale, Il Castello di Vincigliata oppure Villa di Maiano o Villa I Tatti circondata da un magnifico giardino a terrazze che oggi ospita l’Harvard University e dove ha vissuto Bernard Berenson.

Fiesole è anche natura con i suoi boschi, le cipressete, le pinete e le conche di olivi affacciate su Firenze. In primavera, invece, i percorsi si snodano tra orchidee selvatiche, piccoli borghi o arrivano fino al poggio da dove Leonardo da Vinci sperimentò la sua Macchina del Volo, conosciuto anche per le sue cave di pietra serena usata da tutti i grandi artisti fiorentini come Brunelleschi, Vasari, Michelangelo.

mappa