Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Magazzino 18 06-12-2013



STAGIONE TEATRALE 2013/14 delle Scuderie Granducali

Venerdì 6 dicembre 2013
SIMONE CRISTICCHI
MAGAZZINO 18
Di e con Simone Cristicchi - scritto con Jan Bernas
regia Antonio Calenda
musiche e canzoni inedite Simone Cristicchi
musiche di scena e arrangiamenti Valter Sivilotti, registrate dalla FVG Mitteleuropa Orchestra
Coproduzione: Promo Music e Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Prova generale d’emozioni.
Al Porto Vecchio di Trieste c’è un “luogo della memoria” particolarmente toccante. Racconta di una pagina dolorosissima della storia d’Italia, di una vicenda complessa e mai abbastanza conosciuta del nostro Novecento.
Con il trattato di pace del 1947 l’Italia perdette vasti territori dell’Istria e della fascia costiera, e quasi 350 mila persone scelsero – davanti a una situazione intricata e irta di lacerazioni – di lasciare le loro terre natali destinate ad essere jugoslave e proseguire la loro esistenza in Italia.
Davanti a loro difficoltà, povertà, insicurezza, e spesso sospetto. Simone Cristicchi è rimasto colpito da questa scarsamente frequentata pagina della nostra storia ed ha deciso di ripercorrerla in un testo che prende il titolo proprio da quel luogo nel Porto Vecchio di Trieste, dove gli esuli lasciavano le loro proprietà, in attesa di poterne in futuro rientrare in possesso: il Magazzino 18.
Simone Cristicchi, enormemente cresciuto come attore, in una recente intervista ha detto che Calenda, regista dello spettacolo, gli ha fatto tirar fuori gran parte del suo potenziale, nascosto, e che s’è reso conto che fino ad oggi negli altri spettacoli non recitava ma raccontava delle storie: ebbene, pur essendo dannatamente bravo a raccontare, oggi Cristicchi ci dimostra davvero di saper recitare con tutti i dovuti crismi…
Oggi, con questo nuovo lavoro, è constatabile la crescita e la maturità di un artista di cui s’è detto tutto ed il contrario di tutto, sul cui lavoro in questi giorni si sono sprecate polemiche gratuite.
Son state fatte illazioni, dette tante inesattezze, inventate bugie di sana pianta ma tutto si riduce al qui ed ora: venerdì sera Magazzino 18 debutta in Toscana. Sarà un successo, perché, chi lo ha visto a Trieste, dove ha esordito, lo ha giudicato uno spettacolo denso, intenso e meraviglioso; uno spettacolo sincero, vero e schietto, che va oltre tutti i magheggi politici.
Anzi, per noi questo primo appuntamento della Stagione è un successo, che ci fa ben sperare anche per il proseguo: perché il teatro delle Scuderie Granducali è già tutto esaurito.
Insomma se Paolini ha il suo Vajont, Cristicchi da oggi ha Magazzino 18.

mappa