Vuoi rimanere aggiornato
con i nostri eventi?
Puoi farlo gratuitamente!
Basta inserire la tua mail:



Tutti gli eventi


Lucca - Luigi Veronesi Ritmi visivi nell’astrattismo europeo 09-10-2011 / 08-01-2012

Ritmi visivi. Luigi Veronesi nell’astrattismo europeo
L. Veronesi_visualizzazione cromatica di Vers la flamme, poema per pianoforte op. 72 di A.N. Skrjabin, 1983-85

Data: 9 ottobre 2011 - 8 gennaio 2012
Comprensorio: Piana di Lucca
Comune/Località: Lucca
Indirizzo: Complesso monumentale di San Micheletto. Via San Micheletto, 3 - Lucca
Email: info@fondazioneragghianti.it



Dal 9 ottobre 2011 all’8 gennaio 2012 la Fondazione Ragghianti di Lucca dedica una grande mostra retrospettiva a Luigi Veronesi (Milano, 1908-1998), pittore, fotografo, autore cinematografico, teorico, tra i maggiori protagonisti dell’astrattismo italiano.Figura di respiro internazionale, Veronesi sarà posto a confronto con opere di autori che segnarono la sua formazione e la definizione del suo linguaggio, come Kandinskij, Albers, Munari e ad altri esponenti dell’arte italiana e internazionale del tempo.L’obiettivo della mostra, che avrà anche un carattere multimediale, è di evidenziare l’apertura d’interessi e la prospettiva dinamica e intercodice dell’arte di Veronesi, puntando specificamente su due settori della sua vasta produzione: il cinema astratto e le “visualizzazioni cromatiche della musica”, ambiti nei quali si manifesta al massimo grado la sua volontà di creare ritmi e armonie visive e di dilatare la pittura verso la dimensione musicale del tempo.

Luigi Veronesi, grande milanese, nato nel 1908 e morto nel 1998 dopo un’esistenza lunga e prolifica, è uno dei padri dell’astrattismo nel nostro Paese. Incarnò l’utopia della modernità, di un’idea concreta, oggettiva, etica dell’operare estetico, influenzata dal Costruttivismo e dal Bauhaus, ma tutt’altro che slegata da una profonda italianità.

La sua formazione non era quella dell’artista-intellettuale: Veronesi veniva da studi tecnici, e lavorò a lungo come disegnatore di tessuti, anche a Parigi.

Manualità, buon senso, curiosità, impegno, dedizione, sperimentalismo ne fecero una figura originale all’interno del MAC, e ancor prima, negli anni trenta, del gruppo della Galleria del Milione, dove fu considerato con un po’ di sussiego. Certo Veronesi era lontano dalla liricità sottile di Licini e Melotti, ma sapeva incarnare come pochi altri la ‘sublime ferialità lombarda’ cantata dal Manzoni.

Pittore, fotografo, cineasta, grafico, scenografo, teorico, didatta, creò pionieristici film astratti, inventò un sistema per ‘visualizzare cromaticamente’ la musica, insegnò all’Accademia di Brera di Milano, e lavorò fino all’ultimo, fedele al suo linguaggio astrattista e deciso a trasmettere gioia e armonia con la propria arte.
Catalogo

Catalogo Edizioni Fondazione Ragghianti Studi sull'arte, Lucca, 2011
icona inizio pagina
Ente organizzatore/Struttura ospitante

    Fondazione Centro studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti
icona inizio pagina
Credits

Organizzazione: Fondazione Ragghianti in collaborazione con Archivio Luigi Veronesi, Milano
Mostra a cura di Paolo Bolpagni, Andreina Di Brino, Chiara Savettieri
Comitato scientifico: Gabriella Belli, Silvia Bordini, Luciano Caramel, Antonio Costa, Vittorio Fagone, Maria Teresa Filieri, Philippe Junod, Sandra Lischi.
Rapporti con la stampa Elena Fiori
Allestimento Arrigoni Architetti
Progetto grafico Studioriccucci Lucca
icona inizio pagina
Contatti

info@fondazioneragghianti.it
tel. 0583/467205– fax 0583/490325
www.fondazioneragghianti.it
icona inizio pagina
Visite

9 ottobre 2011 - 8 gennaio 2012
Orari: Dal martedì alla domenica 10,00-13,00/15,00-19,00. Lunedì chiuso. Aperture straordinarie: lunedì 31 ottobre, lunedì 26 dicembre, 6 gennaio, pomeriggio del 1° gennaio (chiusa 25 dicembre)
Ingresso gratuito
Visite guidate per scuole e gruppi su prenotazione. (Info. 0583/467205 info@fondazioneragghianti.it )

mappa