Tutti gli eventi


'Navi di carta', a Lucca in mostra A Palazzo Ducale esposti manifesti, cimeli, lettere e foto 13-09-2022 / 23-10-2022

'Navi di carta', a Lucca mostra racconta emigrazione italiana
A Palazzo Ducale esposti manifesti, cimeli, lettere e foto



Manifesti, carte, lettere, documenti, foto d'epoca e cimeli che raccontano 100 anni di emigrazione italiana oltre oceano, un viaggio fatto di speranze, timori e successi. E' quanto propone la mostra, allestita al Palazzo Ducale di Lucca dal 13 settembre al 23 ottobre, dal titolo 'Navi di carta.

Cento anni di emigrazione italiana oltre oceano'.
Il titolo della mostra, si spiega, è dovuto al fatto che la rassegna propone, per la prima volta, manifesti molto elaborati graficamente, a colori, progettati per invitare, anche con frasi allettanti, insieme a dépliant e opuscoli, ad affrontare una grande viaggio verso Paesi dove era possibile trovare un lavoro e fare fortuna. Curata dal giornalista e collezionista Massimo Cutò, con Pietro Luigi Biagioni, direttore della Fondazione Paolo Cresci, la rassegna è anche l'opportunità per celebrare
il 20/o anniversario della Fondazione Paolo Cresci per la storia dell'emigrazione italiana.
Il presidente, Ave Marchi, spiega che la rassegna "è una preziosa collezione di manifesti, documenti e cimeli che raccontano cento anni di emigrazione italiana in una mostra 'immersiva' che, anche grazie alla varietà dei filmati d'epoca, consente di evidenziare venti anni di lavoro culturale della Fondazione e di sottolineare che il patrimonio archivistico e il patrimonio dei collezionisti possono dialogare e fornire occasioni accattivanti di conoscenza e di approfondimento storico-culturale". Per Biagioni "l'intento della mostra è quello di riscoprire una pagina della nostra storia che ha interessato nel complesso oltre 26 milioni di persone: la mostra rende possibile l'incontro con un passato in cui affondano le nostre radici. Ogni famiglia italiana, infatti, è testimone di una vicenda, di un ricordo, di un'esperienza legata all'emigrazione. La storia dell'emigrazione italiana riguarda tutti". (ANSA).

________________ 

È firmata dal compositore Gianmarco Caselli la colonna sonora della mostra Navi di carta. Cento anni di emigrazione italiana oltre oceano realizzata dalla Fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana e inaugurata in Sala Tobino di Palazzo Ducale (LU) lunedì 13 settembre scorso.



Salpando è il titolo della colonna sonora appositamente composta da Caselli: “Salpando – spiega Caselli - è un brano realizzato per immergere il visitatore nell’ambiente evocato dalla mostra, il viaggio via mare dei nostri migranti: una suggestione di suoni e voci, lo sciabordio delle onde, i gabbiani, le sirene della nave, i bambini sul ponte della nave e sulla banchina.” Si tratta di una sonorizzazione che si adatta al progetto scenico di Alessandro Sesti: “Fra i suoni ambientali – prosegue Caselli - emerge un clarinetto: ho immaginato che uno dei migranti avesse portato con sé lo strumento e con questo, durante la traversata, esprimesse sia la speranza di lasciare alle spalle la miseria, improvvisando qualcosa di allegro, sia la malinconia di abbandonare la terra di origine. Si sente, accennata, una musica che ho pensato come suonata nella banda del paese, forse un appiglio a ciò che il migrante sta lasciando, un motivo che svanisce come un ricordo sbiadito per trasformarsi in altro e per lasciare spazio alle aspettative e alla fiducia per la nuova avventura in un nuovo mondo, alla rinascita, rappresentata dalle grida dei bambini.”
Navi di carta. Cento anni di emigrazione italiana oltre oceano, a cura di Massimo Cutò e Pietro Luigi Biagioni, è stata inaugurata il 13 settembre 2022 in Palazzo Ducale a Lucca, è stata allestita dalla Fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana grazie al contributo della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca nell’ambito del festival “I Musei del Sorriso” organizzati dal Sistema Museale Territoriale della Provincia di Lucca, di cui la Fondazione Cresci è ente coordinatore.

Al seguente link il video di presentazione realizzato dallo stesso Caselli: https://youtu.be/ng6PnbLUx1E

mappa